VonLip
VonLip

I fight sofa covers.

February 2018
M T W T F S S
« Apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

Categories


VonLip

Le 5 cose da non pubblicare mai su Facebook

La sicurezza non è mai abbastanza.

Filippo DecottoFilippo Decotto

1. La propia posizione

Ci sono moltissime persone che amano fare il check-in con Facebook ovunque vadano ed in ogni istante. Il problema è proprio l’informare tutti che -ad esempio- si è in vacanza, e quindi non a casa. Se poi si aggiunge anche la durata delle ferie si sta semplicemente informando potenziali malfattori sul tempo che hanno a disposizione per poter derubare casa. Il mio consiglio è quello di non far mai sapere la propria posizione al momento esatto. Bisogna sempre ricordarsi che si possono caricare le foto delle vacanze quando una volta arrivati a casa, e che si possono usare sistemi, differenti per far sapere ai propri amici quanto dovrebbero essere invidiosi della bellissima giornata che si sta trascorrendo.

2. Lo stato relazionale

Che si sia in una relazione o no è sempre meglio non rendere quest’inforazione di dominio pubblico. Gli stalkers amano sapere che sei appena diventato/a single. Quando si cambia lo status su “single” la notifica arriva dritta agli stalker quasi come un invito e dà modo di sapere che si è a casa soli visto che la compagna/o non è più nei paraggi. La cosa migliore da fare: non mettere alcuno status riguardo la relazione.

3. La propria data di nascita completa

A tutti piace ricevere gli auguri di buon compleanno da amici e conoscenti sul proprio profilo Facebbok, fa sentir bene leggere tutti gli auguri. Il problema sussiste quando mettendo l’intera data di nascita si sta in realtà dando informazioni preziose ai “ladri d’identità” i quali con tre o quattro indizi riescono a risalire a molte piu informazioni di quanto si possa pensare. La cosa migliore sarebbe non rivelare mai la propria data di nascia per nulla, tenendola privata, ma se proprio la si vuol mettere, è meglio far si che non si veda l’anno di nascita. I veri amici dovrebbero avere quest’informazione in ogni caso.

4. Foto di figli o fratellini taggati con nome e cognome

Tutti i genitori amano i propri figli, e farebbero qualunque cosa per tenerli al sicuro, ma la maggior parte delle persone postano centinaia di foto taggando i propri bimbi su Facebook senza mai pensare alle conseguenze. Moltissimi arrivano anche al punto di cambiare la propria foto profilo e mettere quella del neonato.

Probabilmente 9 genitori su 10 postano il nome completo dei propri bambini neonati assime alla relativa data e ora di nascita mentre questi sono ancora all’ospedale. Moltissime volte vengono postate foto e taggati non solo i bambini ma anche parenti e amici, senza considerare che tutti questi dati sono informazioni riservate. Maleintenzionati possono facilmente fingersi come un parente o un amico (taggato tra i commenti) e avranno abbastanza informazioni private per eludere il personale dell’ospedale e sembrare parte della famiglia del neonato/a.

Se proprio si vuole postare una foto del neonato/a allora come minimo bisogna evitare di mettere dati che aiutino all’identificazione del infante da parte di estranei, come nome e data di nascita e non geo-localizzare la foto con l’ospedale o la propria casa.

5. Quando sei a casa da solo/a

E’ estremamente importante che i genitori si assicurino che i propri figli non pubblichino mai su facebook il fatto di essere a casa da soli. Per capirci: non entra in una stanza piena di sconosciuti dicendo a tutti che si sarà a casa soli. Ecco, meglio evitare di farlo anche su Facebook.

Si potrebbe pensare che solamente gli amici abbiano la possibilità di vedere lo status, ma in realtà non si ha il controllo su chi leggerà veramente il post. Gli amici potrebbero avere il loro account “hacked” oppure qualcuno potrebbe leggere sul loro schermo mentre sono in autobus o sulla metro. La miglior regola da seguire sempre è quella di non postare mai nulla che non si vorrebbe mostrare ad un completo sconosciuto. Si possono anche avere le migliori impostazioni della privacy ma basta avere un amico con un account poco protetto che anche la propria provacy viene compromessa.

Sarei ipocrita dicessi di non aver mai postato la mia posizione assime alle foto o aver avuto per alcuni periodi di tempo informazioni troppo estese sul mio profilo. Ma è da molto che tento di rimuovere tutto ciò che è non necessita di essere pubblico o che possa aiutare un estraneo a rintracciare la mia posizione.

 

Blog post originalmente scritto su Netsecurity da  Esperto di Sicurezza.
Comments 0
There are currently no comments.